La Storia

SAN GENNARO

La storia della Cappella parte dal solenne voto, fatto dagli Eletti della Città al suo Santo il 13 gennaio 1527, per implorare salvezza dai terribili flagelli – peste, carestia e guerra – che in quei decenni minacciavano Napoli. Venivano così stanziate le prime risorse per la custodia delle Sacre Reliquie, e successivamente, nel 1601, veniva istituita la Deputazione col compito di avviare la costruzione di una nuova magnifica Cappella, quale degno spazio per il culto al Santo e la custodia delle sue Reliquie e dei doni, che con venerante riconoscenza, affluivano dalla nostra gente e dai potenti d’Europa. La costruzione, iniziata nel 1608, fu completata nel 1646, e la Cappella fu consacrata il 16 dicembre di quell’anno, dal Cardinale Ascanio Filomarino, accogliendo le Reliquie e le statue argentee dei Santi Compatroni.
Da allora la Deputazione non ha mai smesso di custodire e proteggere le preziose ampolle contenenti il sangue del Santo Martire, mantenendone vivo il culto, occupandosi anche della manutenzione della Cappella e degli annessi locali. Nel corso dei secoli essa ha seguito il formarsi di uno straordinario “Tesoro”, voluto dal popolo, e non solo, Tesoro che è un tutt’uno con il Culto stesso per il Santo.

Galleria fotografica della Cappella

La Deputazione

La Storia dei Sedili