La Repubblica articolo del 1 maggio 2016